03 Set

2019

By / Cavanna Staff

Come sarà il trasloco del futuro

Come sarà il trasloco nel futuro? Non possiamo  dirlo con certezza, ma il mondo gira molto in fretta e questo girare vorticosamente porta a pensare che anche questa attività subirà dei cambiamenti.

Il trasporto futuribile

come sarà

Il trasporto ha fatto parte, da sempre, di quella gamma di servizi che hanno fatto la fortuna dell’uomo e non cambieranno le cose neppure in futuro. Spostarsi è un’esigenza per l’uomo, sia per lavoro sia  per voglia di cambiamento, per il solo spirito di avventura, ma rimane un’esigenza. E noi non ci spostiamo senza qualcosa che ci ricordi le nostre radici, la nostra vita passata; abbiamo bisogno di sapere che ci siamo stati anche in un altro posto, in un’altra realtà; è questo il motivo per cui ci tiriamo dietro degli oggetti, dei pezzi concreti di memoria. Il trasporto futuro sarà certamente più agevole, più tecnologico, più rapido, ma rimarrà una delle frontiere che cercheremo sempre di superare. Vorremmo che i nostri oggetti viaggiassero insieme a noi alla velocità del pensiero, e forse ci arriveremo; per il momento dobbiamo accontentarci dei grandi progressi che si fanno nel campo dei trasporti. Come sarà non possiamo saperlo ma il trasporto rivestirà sempre una grande importanza nelle vicende umane.

Il trasloco e le sue possibilità

Nell’ambito dei trasporti che posto occupa il trasloco? Ce lo siamo chiesti perchè spesso si pensa a questo settore come a qualcosa di incidentale nella vita di ognuno; non è così, invece. In un mondo globale, sempre in movimento, è molto più improbabile una stabilità a vita piuttosto che uno spostamento. La vita di ognuno di noi è soggetta a cambiamenti, voluti o non, necessari, improrogabili e questo porta inevitabilmente a traslocare; e visto che non abbiamo la casetta sulle spalle come le lumache, il settore dei traslochi diventa fondamentale anche per la nostra tranquillità interiore: nessuno vuole abbandonare tutto ciò che ha costruito negli anni; tutti vogliamo portarci un pezzo della nostra vita. Quindi il trasloco, come categoria dei trasporti, ha ancora un futuro, delle possibilità? Certo che sì. Solo va adeguato alla vita che cambia, alle esigenze contemporanee, alle energie disponibili.

Chi si occupera’ di trasloco in futuro

come sarà

Come sarà il trasloco, chi se ne occuperà in futuro? La risposta è meno nebulosa di quanto sembri. Le aziende che vorranno occuparsi di trasloco in futuro dovranno adeguarsi alle circostanze: le persone  hanno sempre meno il tempo per occuparsi di dettagli e cercheranno sempre di più chi verrà incontro alle loro esigenze in maniera totale; e da questo punto di vista è facile capire che la ditta di traslochi, come la concepiamo oggi, non avrà modo di sopravvivere; avranno sicuramente successo quelle aziende che concepiranno il trasloco come un avvenimento da gestire dall’inizio alla fine, a partire dalla burocrazia, per finire al montaggi dell’ultimo mobile. Ecco, il trasloco del futuro sarà in mano ad aziende, che avendo compreso come la cosa più ricercata del mondo sia il tempo, ne trarranno vantaggio, facendolo risparmiare ai loro clienti. Non saranno, probabilmente, più solo “traslocatori”, ma vere e proprie agenzie che renderanno il servizio totale ed efficiente.

 

Cavanna Staff

Leave A Comment