30 Dic

2019

By / Cavanna Staff

Programmare il trasloco con Cavanna

Lo sappiamo che traslocare può essere un vero trauma, uno stress per tutta la famiglia. Quello che lo rende un’impresa titanica è la certezza di lasciare un porto sicuro per un luogo che, tutto sommato, ci è estraneo. Da qui viene la prima mazzata psicologica; la seconda, e non meno importante è non sapere da dove cominciare. Quando dobbiamo trasferirci diventiamo all’improvviso dei veri stupidi che non sanno cosa fare e quando farlo.

Programmare è meglio

La programmazione è l’ancora di salvezza in mezzo al caos. Possiamo anticipare i preparativi ad alcune settimane prima, cominciare a preparare scatole e contenitori, ma avremo sempre uno sguardo dall’interno che ci impedisce di gestire bene la logistica. La nostra vecchia casa ci sembrerà sempre troppo piena di oggetti, mobili irrinunciabili e che non potranno trovare adeguata collocazione nella nuova. Una girandola di emozioni e problemi che è meglio gestire con persone esterne. Scegliendo Cavanna Traslochi, è possibile trovare persone competenti che possono aiutare a programmare bene e senta traumi il trasloco. Sarà possibile vedere il quando e il come, con l’attenzione ad ogni fase. Rivolgersi prima alla ditta di traslochi significa  programmare la tipologia di mezzi necessari, la possibilità di avere un deposito che contenga oggetti e/o mobili; significa anche non doversi preoccupare di trovare un acquirente per ciò che vuoi vendere o una Onlus per ciò che vuoi donare. Insomma una vera e propria organizzazione al servizio del cliente.  Programmare un trasloco è anche il modo migliore per lasciarsi alle spalle il vecchio metabolizzando in un lasso di tempo le emozioni e i sentimenti inevitabili in questi casi.

 

Cavanna: la competenza prima di tutto

Si fa presto a dire : programmazione. Non è una semplice tabella di marcia, ma è lo studio effettivo di luoghi, tempi, e mezzi a disposizione per far sì che tutto funzioni. Senza contare che, specie nelle grandi città, spesso vi sono autorizzazioni e permessi da chiedere alle Amministrazioni locali, che possono portare via tempo e pazienza. Una ditta di traslochi competente sa perfettamente tutto questo e sa come muoversi all’interno di burocrazia e intoppi. Chi esercita questo mestiere da anni, sa cosa si deve fare e come: farà un sopralluogo alla casa da svuotare e alla nuova abitazione, per rendersi conto della complessità del lavoro, della presenza di scale, degli spazi disponibili per movimentare i carichi, della presenza di divieti di transito o di scarico. E solo a questo punto potrà preparare il trasloco.

 

La gestione degli imprevisti

Gli imprevisti esistono, si sa. Ma con un programma ben elaborato è possibile gestirli senza danni. Avere un imprevisto nel bel mezzo di un trasloco potrebbe mandare a monte tempi e lavoro. All’interno di un programma di lavoro ben fatto, però gli imprevisti possono essere risolti perchè si è certamente tenuto conto che possano capitare, senza per questo  avere aggravi di spese o perdite di tempo.

Cavanna Staff

Leave A Comment