30 Lug

2019

By / Cavanna Staff

Trasloco con disabili

 

 

Un trasloco con disabili in casa non è certamente cosa da poco: è uno stress emotivo e pratico in aggiunta a quello del trasloco.

Non necessariamente si deve impazzire nel curare tutti gli aspetti di un trasloco: esistono soluzioni adeguate che possono ridurre il nostro stress e la nostra preoccupazione. Da archiviare sicuramente la folle idea di fare tutto da soli, magari con l’aiuto di parenti ed amici che regolarmente spariranno all’occasione, e pensare ad una soluzione più adeguata alle esigenze di casa. Molto meglio considerare l’idea che esistono ditte di traslochi che fanno bene il loro mestiere. Le ditte di trasloco professionali possono organizzare e gestire ogni momento del lavoro: per loro non ci sono le difficoltà che avremmo noi; hanno gli strumenti e l’attrezzatura adatta; hanno l’esperienza nella movimentazione dei carichi; hanno l’esperienza nel gestire i problemi di persone e cose. E’ l’unico modo per terminare il nostro trasloco facilmente e senza problemi.

 

Trasloco con disabili in casa

 

Nella maggior parte dei casi, le nostre abitazioni sono appartamenti, in condominio e non sempre ai piani più bassi; questo significa che in caso di spostamenti è un vero problema. Ora immaginate come possa essere un problema centuplicato se a spostarsi deve essere una persona con qualche disabilità. Un vero inferno. La tipica villetta a schiera non sarebbe un problema insormontabile: poche scale (seppure ci sono) che si superano con una semplice rampa e il gioco è fatto. Ma se abitiamo al quarto piano in un condominio? Allora può diventare pesante per un disabile traslocare. Il trucco è sempre lo stesso: scegliere la ditta ideale, che abbia esperienza e strumenti idonei a rendere tutto fattibile. In caso di disabili la soluzione può  essere un servoscala non fisso che permetta alle persone disabili di potersi spostare agevolmente. Se la ditta non ne dispone può sempre noleggiarlo per l’occorrenza. Il servoscala può esser a piattaforma o a sedia, a seconda dei casi. Potrebbe anche essere che questa soluzione non sia praticabile per una larghezza del vano scale non idoneo, i modi di trasportare un disabile con una serie di ausili sia eletttrici che manuali a cingoli che possono risolvere comunque i problema. Insomma i mezzi per rendere agevole un trasloco ad un disabile esistono: tutto dipende da chi o esegue. Se invece parliamo di disabilità grave (allettati ad esempio), allora la cosa migliore da fare è recarsi all’ASL o presso un Associazione per i diritti dei disabili e prevedere un trasporto in ambulanza con tutti i crismi della sicurezza sanitaria.

 

trasloco con disabili

 

E’ ovvio che anche i tempi sono fondamentali in casi di trasloco che coinvolgono disabili: certamente non si può protrarre per giorni; deve essere veloce e ben fatto in modo da poter garantire una normalità in tempi brevi. Ecco perchè esperienza, competenza e capacità sono le doti da ricercare in una buona ditta di traslochi: sarà affidabile nei tempi e sarà accorta a tutte le sfaccettature del lavoro, compreso quelle emotive che per una persona con disabilità sono ancora più stressanti che per una persona sana.

Cavanna Staff

Leave A Comment